Home Articoli Se perdi il lavoro ci pensa l’Assicurazione

Se perdi il lavoro ci pensa l’Assicurazione

Viviamo in un periodo storico in cui il lavoro non è più una garanzia. I contratti sono sempre più brevi e molto spesso precari. L’insicurezza economica è diventata parte, purtroppo, della vita di tutti i lavoratori. Per rispondere alla fondata e paura di ritrovarsi improvvisamente senza un impiego le compagnie assicurative hanno sviluppato una polizza ad hoc contro la perdita del lavoro.

Ecco tutti i dettagli sulla polizza fondamentale per assicurarsi il mantenimento del tenore di vita in caso di licenziamento, con tutte le informazioni sulle clausole e sui costi.

LE AZIENDE A MAGGIOR RISCHIO LICENZIAMENTI OGGI

Un’assicurazione contro la perdita del posto di lavoro è diventato oggi uno strumento importante per tutte le tipologie di lavoratori, vista la situazione precaria del mercato professionale. In modo particolare a soffrire le conseguenze più forti dell’attuale crisi economica che ha investito il Paese e il Continente stesso sono le piccole medie imprese, ovvero le tipologie di aziende più comuni in Italia. Grossa parte delle attività oggi operanti nel Bel Paese appartengono a quelle più piccole, spesso a gestione famigliare e con un ridotto numero di dipendenti. Sono spesso queste le aziende che subiscono le più pesanti conseguenze della crisi economica.

PERCHÉ’ ASSICURARSI DALLA PERDITA DI LAVORO

Assicurarsi dalla perdita del posto di lavoro è oggi una soluzione che offre un po’ di respiro qualora l’eventualità si verificasse. La polizza per perdita lavoro comprende le coperture per decesso da infortunio e invalidità permanente, ed inoltre offre una tutela completa a prescindere dalla professione svolta.

Una famiglia ha la necessità primaria di affrontare i costi e le spese quotidiane che le garantiscano un tetto e uno stile di vita quantomeno decoroso. Perdere il lavoro ha importanti conseguenza sulla qualità della vita di un singolo quanto di un nucleo famigliare.

Un altro motivo per sottoscrivere questo genere di assicurazione è la tutela verso gli istituti bancari qualora ci si sia accollati un mutuo per l’acquisto di un immobile o per altre motivazioni. Con il rimborso della polizza qualora si verificasse la perdita del posto di lavoro si potrà provvedere al pagamento delle rate, senza incorrere nel rischio di diventare insolventi o cattivi pagatori.

COSA COPRE UNA POLIZZA CONTRO LA PERDITA DI LAVORO

Una polizza contro la perdita del lavoro copre l’eventualità di un allontanamento involontario dalla professione dipendente, qualunque sia la motivazione addotta dal titolare dell’azienda in cui si opera. Una polizza per la perdita del lavoro offre tutela anche in caso di decesso del contraente per infortunio o per invalidità permanente.

COSA PREVEDE UNA POLIZZA CONTRO LA PERDITA DI LAVORO

Sottoscrivendo un’assicurazione personale contro la perdita del lavoro il contraente si assicura un’indennità di disoccupazione che corrisponde all’80% dello stipendio assicurato per un intervallo di tempo che va dai 400 ai 520 giorni, secondo quanto stabilito dal contratto.

CHI PUO’ STIPULARE UNA POLIZZA CONTRO LA PERDITA DI LAVORO

Allo stato attuale è possibile sottoscrivere una polizza contro la perdita del posto di lavoro solamente se ci si trova nella posizione di dipendente del settore privato. Per ottenere questa tipologia di polizza è necessario che il contraente sia assunto come dipendente a tempo indeterminato da un minimo di due anni. Non è prevista questa tutela per i collaboratori, i liberi professionisti o i titolari di un’attività. L’assicurazione è valida qualunque sia la professione svolta: sia essa impiegatizia, intellettuale o di manodopera.

QUANTO COSTA UNA POLIZZA CONTRO LA PERDITA DI LAVORO

Una polizza contro l’improvvisa perdita del lavoro può avere costi variegati. Molto dipende dalle clausole che vengono inserite nel contratto di assicurazione. In modo particolare ad influire sul costo del premio assicurativo troviamo l’indennizzo mensile richiesto, pari all’80% dello stipendio dichiarato. In via indicativa i premi per una polizza contro la perdita del lavoro possono costare dai 140 euro in su.

Inserisci un commento